I ragazzi di Anffas Crema al lavoro nel giardino della Casa di Camperia

Casa Amica, nuovo progetto di Anffas per la vita indipendente
10 Agosto 2022
Anffas, Io Abito accoglie due nuovi giovani: ecco Cristian e Damiano
25 Agosto 2022

I ragazzi di Anffas Crema al lavoro nella casa di Camperia: hanno raccolto erbe aromatiche utili per la creazione di sali da cucina

Crema, 23 agosto 2022 – A mani nude, ma con tantissimi sorrisi da regalare ed accompagnati dal loro educatore Luca Lavizzari. Si sono presentati così questa mattina i ragazzi con disabilità che frequentano il Servizio diurno alternativo di Anffas Crema presso la Casa di Camperia del Parco regionale del Serio. Ad attenderli hanno trovato i vivaisti del parco, pronti per la raccolta di una parte del prodotto del giardino. Servirà ai ragazzi di Anffas per completare le loro attività laboratoriali, consistenti nella creazione di insaporitori da utilizzare in cucina. “Come Parco del Serio – commenta il presidente Basilio Monaci – siamo ben felici di donare parte del prodotto del nostro giardino ad Anffas”.

Un giardino, quello della Casa di Camperia, voluto dal Parco del Serio, grazie all’impegno e alla passione dei due vivaisti Marco Occhionero e Luca Facchinetti e della direttrice Laura Comandulli, che recupera il vecchio giardino ottocentesco e che si caratterizza per la presenza di una decina di antiche essenze officinali e piccoli alberi da frutto: tra gli altri, rosmarino, salvia, menta, timo, maggiorana, limoncino, more, uva spina, lamponi e due varietà di mirtilli. “Un posto davvero bello dove riprendere le attività” dice sorridendo la presidente di Anffas Daniela Martinenghi. “Ringraziamo tantissimo il Parco del Serio per questa bella collaborazione che consente ai nostri ragazzi di praticare attività all’aperto e di recuperare i sapori della nostra terra”. Il progetto culinario, con la realizzazione di sali aromatizzati, vedrà la luce all’inizio del prossimo anno nel servizio di via Battisti, coordinato da Serena Pedrinazzi, “un’avventura ancora nuova per consolidare autonomie e riempire con prodotti innovativi le tavole dei cremaschi”.

Impegnati per tutta la mattina i giovani si sono presi cura di un giardino che “si presta ad una duplice funzione: da un lato ospitare belle collaborazioni come quella con Anffas, dall’altro accogliere le scolaresche in visita alla Casa di Camperia, che guidate dai nostri esperti potranno vedere i colori e sentire i profumi di ciò che è stato piantumato”. In vista dell’avvio dell’anno scolastico, il presidente Monaci ricorda agli istituti del territorio che volessero approfittare delle prime settimane di ripresa delle lezioni per far visita alla Casa di Camperia, di inviare la richiesta attraverso il sito internet del Parco, in maniera da poter organizzare il percorso di visita a seconda del grado di scuola. Intanto, l’attività del parco è in continua evoluzione, ed il prossimo primo ottobre, nell’ambito della Giornata del Creato, alcune scolaresche saranno coinvolte nella piantumazione di 100 alberi, nei pressi del Lascito Chiappa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *